Brands & social media. Osservatorio su 100 aziende e la comunicazione sui social media in Italia.

Via Scoop.itDigital Media

OssCom – Osservatorio sulla Comunicazione dell’Università Cattolica e Digital PR presentano “ Brands & Social Media. Osservatorio su 100 aziende e la comunicazione sui social media in Italia”, una ricerca che si propone come punto di osservazione sulle iniziative di comunicazione nei social media in Italia da parte di 100 aziende attraverso una mappatura analitica delle loro attività online.

Per meglio conoscere l’utilizzo di tali strumenti da parte delle aziende sul mercato italiano è stato costituito l’Osservatorio Brands & Social Media su 100 aziende operanti sui social media in Italia.
Sono stati considerati nell’analisi corporate blog , pagine Facebook aziendali, account Twitter e canali Youtube.
Le 100 aziende sono state selezionate fra le più rilevanti per il mercato italiano in cinque settori : Consumer Electronics , Automobili , Banche/Assicurazioni , Retail/Grande Distribuzione e Servizi .

Ogni mese, a partire da giugno verrà presentata la ricerca dedicata ad un settore.
Cominciamo con il primo report relativo al settore Consumer Electronics che comprende 20 aziende attive nella produzione di personal computer, telefoni cellulari, macchine fotografiche, televisori, stampanti e consolle per il gioco.
Show original

Wikipedia launches “Love Button”, an experiment in appreciation

Via Scoop.itDigital Media

WikiLove is a simple experiment in appreciation. It makes it easy and fun to send barnstars or whimsical messages of appreciation to other users. The tool was first built by Wikimedia Foundation developer and Wikimedian Ryan Kaldari as a small gadget, and the new editor engagement team at the Wikimedia Foundation has developed it into a full feature over the last few weeks.

—-

E’ degli ultimi giorni la notizia che Wikipedia, l’enciclopedia online collaborativa nata con il progetto omonimo intrapreso da Wikimedia Foundation, sta per lanciare un nuovo tool che serve a dimostrare il proprio apprezzamento ai migliaia di utenti che contribuiscono al progetto: il WikiLove Button.

L’annuncio è stato dato venerdì scorso sul Wikimedia Blog. Lo strumento, creato dallo sviluppatore Ryan Kaldari, al momento è in fase sperimentale ed è attivo sulla pagina prototipo di Wikipedia. Dovrebbe approdare sulla versione in lingua inglese del sito il prossimo il 29 giugno e sarà presente soltanto sulle pagine degli editor e sulle relative pagine di discussione (se non gradita, l’opzione potrà essere disattivata).

La sperimentazione ha preso il via in seguito a una ricerca condotta dalla Wikimedia Foundation sul comportamento che gli user più anziani hanno verso i newbie. Lo studio dimostra che, al crescere dell’importanza di Wikipedia come fonte di informazione globale, è aumentato anche il numero di critiche e provvedimenti presi nei confronti dei nuovi contributor. Ma, come dichiara il 78% di quelli che hanno partecipato all’indagine, “having others compliment you on your edits/articles” è, tra altre 17 variabili, “the most likely to cause people to say they will edit more frequently”.
Ma come funziona il WikiLove Button? Appare sull’angolo destro della user page e ha la forma di un piccolo cuore rosso. Gli utenti che vogliono mostrare il proprio apprezzamento verso un contenuto non devono far altro che cliccare sul bottoncino. Al click, comparirà una Love Interface dove è possibile scegliere il “tipo di elogio” da inviare (gli apprezzamenti vengono espressi sotto forma di oggetti, una birra, una stella, un gattino, o altri da creare a proprio piacimento), cui è possibile aggiungere una immagine e un messaggio personalizzato che comparirà nella pagina di discussione dell’utente che si è scelto di lodare.

Uno strumento, ancora tutto da testare (lo staff di Wikipedia invita i propri utenti a creare un test account sul sito prototipo), che negli intenti degli sviluppatori dovrebbe servire a stimolare la creazione di contenuti nuovi e sempre più accurati e a rendere l’enciclopedia un “po’ più social”.
Show original